Messaggio del 25 novembre 2004
Cari figli, in questo tempo vi invito tutti a pregare per le mie intenzioni.In modo particolare, figlioli, pregate per coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio e non cercano Dio Salvatore.Siate voi, figlioli, le mie mani tese; con il vostro esempio avvicinateli al mio cuore e al cuore di mio Figlio. Dio vi ricompenserà con grazie e ogni benedizione. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Messaggio del 25 giugno 2009
Cari figli, gioite con me, convertitevi nella gioia e ringraziate Dio per il dono della mia presenza in mezzo a voi. Pregate che nei vostri cuori Dio sia al centro della vostra vita e testimoniate con la vostra vita, figlioli, affinchè ogni creatura possa sentire l’amore di Dio. Siate le mie mani tese per ogni creatura, affinchè ognuna si avvicini al Dio dell’amore. Io vi benedico con la materna benedizione. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Messaggio del 25 novembre 2009
Cari figli, in questo tempo di grazia vi invito tutti a rinnovare la preghiera nelle vostre famiglie. Preparatevi con gioia alla venuta di Gesù. Figlioli, siano i vostri cuori puri e accoglienti affinchè l’amore e il calore comincino a scorrere attraverso di voi in ogni cuore che è lontano dal Suo amore. Figlioli, siate le mie mani tese, mani d’amore per tutti coloro che si sono persi, che non hanno più fede e speranza. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Da quando la Vergine SS. ha dato grande efficacia al Rosario,

non c'è problema né materiale né spirituale che non si possa risolvere con il S.Rosario e con i nostri sacrifici.
..E' l'arma più potente con cui possiamo difenderci in battaglia
Suor Lucia, veggente di Fatima

sabato 5 novembre 2016

Preghiera per il vero amore


PREGHIERA PER AVERE IL VERO AMORE E PER SPOSARSI SECONDO LA VOLONTÀ DI DIO 

Preghiere di don Beppino  Cò

Signore, mio Dio. sei tu che, in un atto di amore, hai voluto creare l'uomo e la donna, a tua immagine e somiglianza. Grazie! Ti ringrazio per la meraviglia di questo corpo che mi hai dato. Ti ringrazio per il cuore che hai messo in questo corpo. Grazie. Signore, per il piano d'amore che hai previsto per tutti gli uomini. Grazie, perché tu sei l'amore. Per lo Spirito d'amore che hai effuso in me; per la voglia d'amare che sento in me; per l'amore che hai messo accanto a me, grazie, Signore! Signore Gesù, ti chiedo che la mia vita sentimentale possa sbocciare, che il tuo piano d'amore, previsto per me, possa realizzarsi subito o presto. Sento che mi chiami al matrimonio e sono sicuro che metterai sulla mia strada e accanto a me la persona che sarà segno del tuo amore e della tua gioia per me. Gesù, ti chiedo che il mio Angelo Custode e quello della persona che vuoi farmi incontrare collaborino insieme per liberare la strada da tutti gli ostacoli per un matrimonio veramente felice. Te lo chiedo a gloria e lode del tuo santo Nome, o Gesù, perché ricevendo questo grande sacramento, possiamo essere eterna lode della Trinità. Rendi fecondo il nostro matrimonio, o Signore. Aiutaci a far spazio nella nostra casa, per accogliere i tuoi doni che ci darai in abbondanza. Con te non temiamo nulla e siamo sicuri che saremo fedeli sino alla fine del nostro cammino. Ci abbandoniamo a te e ti facciamo fiducia. Amen! Grazie! Alleluia! Nel silenzio, pensa a colui [colei] che il Signore ha messo accanto a te. Domanda allo Spirito d'amore di abitare nei vostri cuori. Chiedi su di voi la protezione del Sangue di Gesù. (Puoi immaginare di essere ai piedi della Croce e lavarti, bere il Sangue di Gesù, che purifica, libera e guarisce). 
FONTE: http://www.padrebeppino.it/preghiera_per_il_vero_amore.html

Bambina di 2 mesi estratta viva dalle macerie dopo 16 ore

A volte è proprio vero che i miracoli accadono. Nonostante i disordini in Siria, che spesso coinvolgono i bambini, la vita può essere più forte di tutto. Ne è la testimonianza Mahmud Ibildi, una bimba di 2 mesi che assieme alla madre Umm si trovava ad Aleppo mentre stavano imperversando gli attacchi. 

L’incredibile storia di un piccolo miracolo

Il palazzo in cui abitava è stato bombardato ed è crollato: il neonato è rimasto sotto le

Allarme esorcisti «Siamo solo 400 nel mondo»


di Andrea Zambra
Sono appena 400 in tutto il mondo. Troppo pochi per il super lavoro a cui sono chiamati. Così l’Associazione Internazionale Esorcisti che si è data appuntamento lo scorso 23 ottobre a Roma per il tradizionale convegno, ha lanciato l’allarme: «Servono nuovi esorcisti». L’appello è stato raccolto dal mensile di apologetica il Timone che ha dedicato all’Emergenza Esorcisti la storia di copertina dell’ultimo numero di novembre del mensile in distribuzione agli abbonati e in vendita nelle parrocchie e nelle librerie cattoliche.
Il Timone ha parlato con il portavoce dell’associazione Padre Paolo Carlin. Un’associazione che oggi più che mai è impegnata in una sfida spesso bistrattata e irrisa, ma decisiva. 
«La possessione è una delle tre azioni straordinarie del demonio. Consiste nella possibilità che il demonio prenda possesso del corpo della persona da lui attaccata senza che questa possa reagire. Tutto puntualmente sparisce quando si agisce con la preghiera dell’esorcismo», ha spiegato Carlin ricordando che «tutti siamo ordinariamente attaccati dal demonio con le tentazioni. Se non sono assecondate non sono peccato e quindi non sono offesa a Dio. Quando l’attacco del maligno è di natura straordinaria, cioè con ossessioni (pensieri ricorrenti nella testa), vessazioni (disturbi

giovedì 3 novembre 2016

Le indulgenze concesse col Rosario

Un' indulgenza è la remissione davanti a Dio delle pene temporali dovute ai peccati la cui colpa è già stata perdonata, una remissione, che il fedele propriamente disposto e sotto certe condizioni, può acquisire attraverso la Chiesa, che autoritamente dispensa.
Un'indulgenza è PLENARIA o PARZIALE, a seconda se libera dall'intera o da una parte della pena temporale dovuta al peccato.
Ciò significa che un fedele che, con almeno il cuore contrito, compie un' esercizio arricchito dalla indulgenza parziale, gli è concesso dal potere della Chiesa quella stessa somma di remissione della pena temporale che ha già acquisito dall'opera stessa. In altre parole, la remissione è raddoppiata, e ciò tanto spesso quanto l'opera prescritta è eseguita. Una indulgenza plenaria significa la piena remissione della pena temporale,

Promesse, benedizioni e benefici date al Beato Alano de La Roche sul S. Rosario!

1. A tutti quelli che devotamente reciteranno il mio Rosario, io prometto la mia protezione speciale e grandissime grazie.
2. Chi persevererà nella recitazione del mio Rosario riceverà grazie preziosissime.
3. Il Rosario è un'arma potente sarà contro l'inferno; esso distruggerà i vizi, libererà dal peccato, dissiperà le eresie.
4. Il Rosario farà fiorire le virtù e le buone opere e otterrà alle anime le più abbondanti misericordie di Dio; Esso sostituirà nei cuori degli uomini l'amor vano del mondo con l'amore di Dio, elevandoli al desiderio dei beni celesti ed eterni.
5. Chi confiderà in me recitando il Rosario, non sarà soverchiato dalle avversità.
6. Chi reciterà devotamente il Rosario, meditando i misteri, non sarà punito dalla giustizia di Dio, se .

mercoledì 2 novembre 2016

Mia figlia ha ottenuto un miracolo di guarigione completa dalla Medaglia Miracolosa!

Quando mia figlia era piccolissima, aveva circa 8 mesi, non si sa come, entrò in contatto con un virus e da quel momento è stata una continua angoscia. Questo virus che non si riesce a debellare, attacca a caso una volta un organo e poi un altro e la mia piccolina prima venne colpita agli occhi, poi al naso, poi alla gola ed ora aveva attaccato un polmone.
Immaginate la sua sofferenza e la mia, anche perchè sono un medico e mi sentivo così impotente di fronte a questo terribile virus. Un giorno, nello studio che divido con un mio collega, aprii il mio cassetto per prendere un ricettario e vidi qualcosa che brillava. Era una medaglia ovale con l’immagine della Vergine Maria (la medaglia miracolosa). La tenni tra le dita pensando alla mia bambina e poi la rimisi nel cassetto superiore, doveva essere del mio collega e là la rimisi. La volta successiva a studio, nuovamente serviva il ricettario, nuovamente aprii il cassetto e …… nuovamente trovai la medaglietta della Vergine Maria.
Sarà stata la disperazione, l’angoscia, il desiderio che mia figlia guarisse a farmi prendere in mano quella medaglietta e a considerarla mia, per me. Pregai, la mia piccola soffriva coi polmoni, non potevo fare nulla, pregai. Quel pomeriggio nuovamente ero dallo specialista con mia figlia, stranamente sembrava migliorata se non guarita, ma tante delusioni avevo già provato per questo tremendo virus che evitavo quasi anche di sperare. La mia bambina era con il medico nella stanza, io aspettavo fuori, aprii la borsa e la medaglietta mi cadde sulle mani, l’accarezzai, alzai gli occhi verso la finestra che avevo di fronte e che dava sugli alberi quando, all’altezza del mio sguardo, vidi un’ovale luminosissimo quasi accecante, attonita continuai a cercare di guardare e nell’ovale intuii la sagoma di una figura femminile poi, dopo un attimo, tutto scomparve, avevo solo i rami degli alberi davanti a me e rimasi a fissare la finestra.
Dopo un poco, il medico specialista aprì la porta, era raggiante: – La notizia è questa – esordì – tua figlia è completamente guarita. Non ci sono parole per dirvi quello che ho provato e anche se volessi cercarle ad ogni costo non le troverei.
Ho solo una parola scritta grande dentro il mio cuore: GRAZIE.
Chiara

FONTE:  http://www.papaboys.org/mia-figlia-miracolo-di-completa-guarigione-grazie-alla-medaglia-miracolosa/

venerdì 21 ottobre 2016

NEWS DA MEDJU!

Mirjana conosce i 10 segreti! Un giorno le ho domandato: “La Gospa ti ha mai parlato della fine del mondo?” “No, mai” “Ti ha mai parlato del Ritorno di Cristo?” Mirjana mi guarda allora, come se la risposta fosse ovvia: “Sì, certamente!” “E cosa ti ha detto?” Questo, non posso dirlo adesso, lo dirò più tardi!”
Vicka ne conosce 9. Il nostro amico Charbel Maroun, nativo della Galilea, racconta che quando nel 2013 Vicka è venuta in Terra Santa, le ha fatto notare il muro di separazione fra Betlemme e Gerusalemme e le ha domandato:  “Quanto tempo potrà continuare?” Vicka ha risposto che “tutto cambierà presto”
Una spettacolare guarigione è avvenuta il mese scorso: Un giovane irlandese che conosciamo da molto tempo si è alzato dalla sua carrozzella, dopo molti anni di malattia. Rendiamo grazie a Dio!

FONTE:  "Enfants de Medjugorje"  www.enfantsdemedjugorje.fr; e-mail gospa.fr@gmail.com